LA VITTORIA SUL DEVIAZIONISMO RENZIANO

E ‘ nato MDp, democratici progressisti, da non confondere con Sinistra italiana, Fassina e Vendola, da non fraintendere con il Con-Senso di D’Alema, sempre che non lo si metta con il campo progressista di Pisapia.( tutti i nomi dei nuovi gruppi sono facilmente intercambiabili).

Della partita manca Rifondazione comunista, che farà il suo congresso in questo mese e deciderà se aderire al supergruppo delle sinistre socialdemocratiche – riformiste, mentre il Partito comunista lavoratori di Ferrando, il partito comunista di Rizzo, il partito comunista d’Italia di Diliberto,per ora stanno in panchina.

Se ci sarà una legge elettorale, simile a quella cassata dalla Consulta, con un proporzionale al tre per cento, se passerà il concetto che il maggioritario è morto, perchè con il Movimento 5 stelle, il dualismo sinistra – destra, trova una terza via, ci metteremo il cuore in pace.

Vinceranno tutti, come nella prima repubblica,  litigheranno tutti per un posticino perchè,nonostante il lavoro di politico  sia uno dei più indigesti al popolo sovrano o somaro, è meglio fare il politico almeno per una legislatura.

Il risorgere a sinistra di una anima radicale, che non si rispecchia nel modus operandi del liberalismo renziano,  è una bella scoperta per chi vuol vivere con la coscienza di aver fatto tutto il possibile per salvare se stesso e pochi altri dalla drammatica situazione del precariato e della disoccupazione.

Non è che si metta in dubbio la buona fede di chi è uscito dal Pd, perchè il processo alle intenzioni lo lasciamo a quelli che pensano sempre male di tutto.

Ma senza il ritorno a un proporzionale che garantisca, con il tre per cento, almeno venti deputati, la rivoluzione si sarebbe fermata molto prima.

A Carnevale ci si maschera, ci si nasconde, si prendono sembianze altrui, si gioca a fare quello che non sei.

Per cui Emiliano si è subito travestito da Che Guevara della Puglia, D’Alema si è sempre travestito da Togliatti del ceto medio alto riflettente sul suo passato,forse Pisapia, papa straniero in abiti arancioni, potrebbe tenere insieme la nuove Br.( Brigate riformiste)

Noi siamo nè con lo stadio ( Movimento cinque stelle), nè con le Br ( Brigate Renzi e Riformiste), nè, per ora, con chi   ha  riscoperto il socialismo con una vecchia legge elettorale.